Skip to content

Biografia

Vivo e lavoro a Roma.  Il mio lavoro comprende pittura, libri d’artista, fotografia, video, performance, installazione, giardini.

Espongo dal 1984. Il mio primo lavoro video, Mobile–Immobile, è stato presentato nel 1996 al XVII Festival International de la Vidéo di Locarno. Le mie opere sono state esposte in rassegne e festival video, mostre collettive e personali in gallerie e musei in Italia, Egitto, Francia, Germania, Indonesia, India, Iran, Marocco, Olanda, Svizzera, Thailandia, Turchia.
Al centro del mio lavoro artistico vi sono l’acqua e la semplicità del quotidiano. Della prima, osservo l’immobilità nella mutevolezza; della seconda, la profondità che vi si può cogliere.
Dal 1999 lavoro anche con la fotografia sul tema del paesaggio plasmato dall’intervento umano, in cui miro a cogliere le costanti che si manifestano al di là delle differenze geografiche.

Le mie mostre personali recenti sono: 2016, Custodire lo splendore (con testo di Rossella Caruso e Dario Evola), Interno 14, Roma; 2015, L’acqua è senza io (cat. a cura di Laura Turco Liveri), Studio Arte Fuori Centro, Roma; 2013, La forma dell’acqua (cat. con testi di M. Nojiri, S. Masui, G. De Marco, M. Meccarelli, p.L. Mazzocchi), opera permanente nel Giardino dei Passionisti alla Scala Santa, mostra di opere fotografiche, TraleVolte, Roma; 2012, Il campo del possibile (a cura e testo di F. Gallo), AOC F58, Roma;  Tre storie di pratica senza io (con testo di A. Giordano), Cose di tè gallery, Jesi;  2009, I giardini celesti (con testo di Rossella Caruso), ArteProfumi, Roma; Il corpo pensato, (con testo di M.E. Gardére), nell’ambito di Testi e Testimoni. Incontri per riscoprire libri e storie, Casa della Memoria e della Storia, Roma;  2008, Il sussurro del mondo (a cura di S. Bordini, cat. con testi di S. Lux, S. Bordini, M. Nojiri, A. Pieroni, D. Scudero), MLAC Museo Laboratorio di Arte Contemporanea, Sapienza Università di Roma;  2007, Le jardin intérieur (a cura e testo di C. Sarzini), TraLeVolte, Roma;  2006, Writ in Water. Ode to mutability (cat. con testi di G. De Marco, P. Nesteruk, E. Schloss), The Keats-Shelley House, Roma;  2004, Come l’acqua che scorre (a cura e testo di L. Scacco), Istituto di Finlandia, Roma;  2003, Osservare il sussurro del mondo, Porta degli Angeli, Gallerie d’Arte Moderna e Contemporanea, Ferrara;  1998, Seguire il modo di comportarsi dell’acqua senza averne uno proprio (cat. con testi di P. Mania e L. Meloni), Change, Roma.

Le principali collettive recenti cui ho partecipato sono:  2016, Bâtiment de Livres – libri, edizioni d’arte e omaggio ad Aldo Manuzio (a cura di M. Arduini e A. D’Amico), Studio Campo Boario, Roma; Tiny Biennale: Mythology (a cura di S. Moore), Gallery of Art, Temple University, Roma. Il sogno verde (a cura di A. Capaccio e C. Rozio), Villa Gregoriana,Tivoli; Transfusioni#0 (a cura di A. D’Elia), Archivio Menna/Binga, Roma; Diritti in Transito – per la Cultura, per la conoscenza dei Diritti Umani e la Legalità, Ex Dogana, Roma; Una festa dell’Arte. Segni d’artista. Arte, identità nazionali, accoglienza (a cura di A. Nassisi), Scuderie di Palazzo Farnese, Caprarola;  2015, Edith Schloss (1919-2011): Still Life, Myths and Mountains, A Retrospective (a cura di J. Andrew), Sundaram Tagore Gallery, New York; Madonnina pop social (a cura di R. Losapio), Studio.Ra, Roma; Il sogno verde (a cura di A. Capaccio e C. Rozio), Villa Gregoriana,Tivoli; Genius Noci (a cura e con un testo di A. D’Elia), Museo dell’Orto Botanico, Roma; Una festa dell’Arte. Disegni d’artista (a cura di A. Nassisi in collaborazione con La Nuova Pesa), Scuderie di Palazzo Farnese, Caprarola; Contrasti & Utopie. IV Bienal del Fin del Mundo, “Prospettive Italiane” (a cura di M. Scaringella), Valparaiso, Cile;  Meridiani Paralleli – Palestina Chiave di Cultura e di Pace (a cura di L. Turco Liveri), Spazio Oberdan, Milano; Natura Ordine Disordine (a cura di E. Resegotti con un testo di S. Bordini), il Giardino di Pianamola, Bassano Romano; Portafortuna, Spazio Varco, L’Aquila; Der grüne Traum. Kunst und Natur (a cura di A. Capaccio e C. Rozio), Galerie im Burggarten, Rothenburg, Germania; 10x10xMAW_ Call for artworks, Spazio Maw, Sulmona;  2014, La grande illusione / The great illusion (a cura di M. De Leonardis), Gallery of Art, Temple University, Roma; Il sogno verde (a cura di A. Capaccio e C. Rozio), Villa Gregoriana,Tivoli; Etnorami. Nomadismi dell’arte contemporanea, X Edizione, MuBAQ-Museo dei Bambini L’Aquila, Villaggio di San Lorenzo di Fossa (Abruzzo); Gallery Home (a cura di M. Rinaldi), Roma, Trento; Inaugurazione Spazio Y, Spazio Y, Roma; Ancona Art Salon, Mole Vanvitelliana, Ancona;  2013, Il sogno verde, Villa Gregoriana, Tivoli;   Viaggio in Italia/Italienische Reise, AtelierFrankfurt, Francoforte sul Meno;  DonnEuropArte: video/art film-making, computer art, “Da Donne a Donna III edizione”, Palazzo Incontro, CineDetour, Roma; Testi in opera: Stampatori romani: Il Bulino, “Doppio Passo. Incontri di Arte e Letteratura” (a cura di M.I. Gaeta), Casa delle Letterature, Roma;  Corti and Cigarettes 2013 International Short Film Festival, VI edizione, Auditorium Conciliazione, Roma;  2012-13, Une lumière dans mon livre (a cura di V. Biasi), Galerie Véra Amsellem, Parigi;  2012In Albis (a cura di V. Biasi), L’Aquila [performance-installazione, Scalinata di San Bernardino];  Viaggio in Italia/Italienische Reise, Werkschauhalle, Spinnerei, Lipsia;  A piedi scalzi (a cura di Roberto e Valentina Gramiccia), Mu6, L’Aquila, Galleria La Nuova Pesa, Roma;  Siamo tutti greci, Museo Benaki, Atene;  2011, L’Artista come Rishi, (a cura di L. Adragna), Museo d’Arte Orientale “Giuseppe Tucci”, Roma;  Le Scosse dell’Arte – per riabitare e guarire (a cura di M. Sconci), MUSPAC, L’Aquila;  2010Portatrici d’Acqua, Sale delle Pese al Mattatoio, Roma; Dieci giornate in pietra 2010 – La faccia della natura (a cura di G. Di Pietrantonio), Lettomanoppello (Abruzzo); Sulla soglia, l’immagine, (a cura di N. S. Melehi e F. Mirone), Istituto Superiore Antincendi, Roma; Che cento fiori sboccino… Artisti per “Liberazione” (a cura di R. Gramiccia), La Nuova Pesa, Roma;  2009, Carte7. Works on Paper by Seven Italian Women Artists (a cura di M.A. Schroth), Istituto Italiano di Cultura, New Delhi; Dislocazioni. Rassegna di gesti immagini suoni di donne, Casa Internazionale delle Donne, Roma;  VI Biennale Libro d’Artista Città di Cassino, Biblioteca Comunale, Cassino;  2008, Basta!, Gutleut15, Francoforte;  2007, Autobiografia/Autoritratto, Museo H.C. Andersen, Roma;  2005-06, Me myself & I, Gutleut15, Francoforte; Glue, Berlino; Konsortium, Düsseldorf; Hobbyshop, Monaco; Arti & Amicitiae, Amsterdam;  2005, IV Biennale Libro d’Artista Città di Cassino, Biblioteca Comunale, Cassino;  2005, Outcomeout. L’identità molteplice della pittura, Soligo Artproject, Roma;  2004-05, Het Eeuwige Lichaam – The eternal body, Deutsche Akademie Villa Massimo, Roma; Universiteitsmuseum, Utrecht;  2004, Carte7. Opere su carta di sette artiste italiane, Niavaran Art Foundation, Teheran;  2002-03, Torre della pace – Le strategie dell’arte contro le strategie della violenza, varie sedi, Roma, Pesaro, Urbino;  2002, Accords of Light, National Gallery, Bangkok;  2001, Elettroshock. 30 anni di video in Italia 1971-2001, Acquario Romano, Roma; Accordi di luce – Oriente d’Occidente, Museo Nazionale d’Arte Orientale, Roma.

Hanno scritto sul mio lavoro: Vittoria Biasi, Silvia Bordini, Antonio Capaccio, Rossella Caruso, Enrico Crispolti, Manuela De Leonardis, Gabriella De Marco, Bruno Di Marino, Dario Evola, Patrizia Ferri, Francesca Gallo, Marie Eve Gardère, Antonio Giordano, Roberto Lambarelli, Simonetta Lux, Patrizia Mania, Enrico Mascelloni, Sachimine Masui, padre Luciano Mazzocchi, Marco Meccarelli, Lucilla Meloni, Peter Nesteruk, Michiko Nojiri, Augusto Pieroni, Cesare Sarzini, Martina Sconci, Edith Schloss, Domenico Scudero, Enrica Torelli Landini, Laura Turco Liveri.

One Comment leave one →
  1. valentina d'urso permalink
    novembre 25, 2014 11:00 am

    I tuoi libri, anche loro libri (degli artisti con cui collabori) sono davvero suggestivi e stupendi, e per molteplici motivi, oltre l’acua e il quotidiano, si intravvede la meraviglia sinuosa e complessa della florealità, nei suoi artifici e intrecci…Bellissimo l’ultimo lavoro, che ho appena ammirato, perchè me ne ha dato notizia l’autrice, sui testi di Rita Iacomino…! Un fascino particolare, un incanto: complimenti Silvia, è davvero un onore per un poeta far parte del tuo repertorio.
    Valentina D’Urso

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: