Skip to content

IL CORPO VIVO — Psicodramma e Taijiquan

IL CORPO VIVO  Psicodramma e Taijiquan

sabato 10 e domenica 11 ottobre 2015 

dalle ore 14 di sabato alle ore 18 di domenica

Stage residenziale condotto da Marie Eve Gardère e Silvia Stucky

Il richiamo di Marie Eve Gardère e Silvia Stucky all’interiorità è frutto di una disciplina in cui rientra un’attenzione per la vita delle cose e delle persone.
Ritessono le memorie, rete di tracce che rinviano ad altra cosa che esse stesse, ciò che nella trasformazione permane unito, un ponte fra mente e corpo. Parlano di un’affinità che esiste, un legame intimo. Atto profondamente civile in quanto rompe con quanto ancora tenta di risaldare il conformismo, e pone le premesse di un nuovo discorso.

Il fluire della coscienza come lo scorrere dell’acqua, lo psicodramma come il taijiquan liberano dalle tensioni e ristrutturano la persona attraverso lo sviluppo di nuove percezioni. Rivolti al benessere fisico e mentale, i tempi nello stage dedicati al taijiquan e allo psicodramma sono distinti e si alternano in maniera semplice e chiara. Due giornate di improvvisazione e riflessione in gruppo, un percorso di crescita personale e professionale per condurre alla coscienza delle motivazioni interiori, stabilire un intreccio più armonico tra le esigenze intrapersonali e la richiesta della realtà.

L’unione tra civiltà occidentale, per la quale la felicità consiste nel fermare per sempre l’attimo perfetto, e quella orientale per cui la felicità è fermarsi nell’attimo e renderlo perfetto, è alla base di questo stage.
Stage rivolto a chi desidera un percorso personale e in tutti i campi della comunicazione: artistico, pedagogico, sociale, imprenditoriale.

sabato 10 e domenica 11 ottobre 2015 :: dalle ore 14 di sabato alle ore 18 di domenica

Villa Chiara — strada provinciale 39 Valle di Vico, 32   01037 Ronciglione (VT)

In macchina: Cassia Cimina, strada provinciale 39, km 14, parcheggio parco Airone
In treno: Regionale Roma Ostiense – Viterbo, stazione a noi più vicina Capranica-Sutri
In autobus: Linea Roma Saxa Rubra – Ronciglione, fermata a noi più vicina Via Cassia Cimina, km 19,100

Costo dello stage euro 120

Pernottamento nella villa o in albergo

Informazioni:
Marie Eve Gardère   marievegardere@gmail.com            cell. 333 8743963      tel. 06 5809190

Silvia Stucky             silviastucky@teletu.it                        cell. 329 3544936      tel. 06 55268313

Villa Chiara

Villa Chiara

Psicodramma Taijiquan OTTOBRE:Layout 1

Lo psicodramma si è evoluto in Europa partendo da un gruppo di psicoanalisti francesi influenzati da Lacan e nella versione classica elaborata da vari autori tra cui Anne Ancelin Schützenberger. Lo psicodramma è un metodo d’esplorazione di sé e delle proprie relazioni con gli altri. Basato sulla messa in azione dei contenuti del mondo interno, consiste nel giocarlo, nel metterlo in scena in modo salutare come fanno i bambini quando giocano al mercato o alla scuola, nel ricostruire per preparare l’avvenire come in certe cerimonie o negli allenamenti sportivi. Facendo come se, si provano sentimenti e sensazioni che liberano dalle tensioni e ristrutturano la persona. Utilizzando le associazioni di pensiero e giocando con il tempo, lo psicodramma aiuta ciascuno a svilupparsi nel senso dei propri desideri e valori, a trovare la spontaneità e la potenzialità creatrice, il surplus di realtà. Quello che cambia a seguito di una scena rappresentata è l’immagine che ci facciamo di noi e dell’altro, e che ci immaginiamo l’altro si faccia di noi. Con la possibilità di parlare dal posto dell’altro nell’attualizzazione della recita, il soggetto si sorprende delle sue reazioni prima ancora di capirle. Messa in gioco, la realtà psichica si riconosce e dispiega.

Il Taijiquan è uno dei pilastri dell’Arte Cinese della Salute. Studia tutti gli aspetti di equilibrio corpo-mente coordinando postura e respirazione: una respirazione profonda e fine, il mantenimento di una postura corretta, l’eliminazione di rigidità fisiche e di tensioni mentali. Si impara a percepire l’energia, a guidarla nell’azione, a rinforzarla.

Il Taijiquan pone le sue basi nella ricerca dell’equilibrio degli opposti nella loro alternanza. Si ispira al continuo ciclo Yin e Yang: cedevole-oscuro-ricettivo e duro-luminoso-espansivo, giorno e notte, vuoto e pieno, ispirazione e espirazione. La lentezza e l’andamento costante nell’esecuzione dei movimenti permettono il maggior controllo del fluire dell’energia nel corpo. I continui cambiamenti ciclici di una realtà vitale che non si degrada e che non spreca le sue risorse, sono quelli governati dalla mutua alternanza di due polarità che si sostituiscono l’una l’altra ciclicamente, in modo continuo e armonico, senza contrastarsi a vicenda.

Con morbide e naturali movenze, si eseguono dei movimenti che danno energia, salute, controllo di noi stessi, conoscenza del corpo: una meditazione in movimento. Quando il movimento ha raggiunto il suo limite, c’è l’immobilità; quando l’immobilità ha raggiunto il suo limite, c’è il ritorno al movimento. Se si divide, si muove; se è in armonia, è fermo. Libero da eccessi e mancanze, segue curve, gira, si apre e si chiude.

Il Taijiquan è definito uno stile interno, perché la differenza principale rispetto alle altre arti è data dalla lentezza che favorisce il perfetto allineamento tra corpo, mente e energia, permettendo di esprimersi al meglio nel movimento e nella meditazione.

No comments yet

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: