Vai al contenuto

#3blu WOW!SPACE

02-18

SILVIA STUCKY (artista) x WOW!

Jacopo Benci (1983), ritratto fotografico di S. Stucky
Silvia Stucky, “#3blu”, WOW!SPACE, 7.4 x 15 cm, 2020.

link al sito WOWSpace

Getterò in mare il cuore che ha qualche desiderio 2009, gouache su carta, 35 x 35 cm

Luce e Ombra aprile 2020

02-18
La lentezza della luce è una riflessione corale proposta dallo Studio Campo Boario,un progetto ideato da Alberto D’Amico e Pietro D’Agostino ed elaborato insieme a Lucrezia Boso, consiste in diversi interventi di studiosi e professionisti diffusi sulla pagina FB, Instagram e il Canale You Tube dello Studio a partire dalla seconda metà di Aprile 2020. 

Silvia Stucky — Aderisco con molto piacere al progetto La lentezza della luce proposto dallo Studio Campo Boario, e vi ringrazio per questo invito.

Il mio intervento s’intitola Luce e Ombra.

Vorrei condividere alcune riflessioni su aspetti che da un lato si legano al mio lavoro di artista visiva, e dall’altro al mio interesse per il taoismo e alla mia esperienza di pratica e insegnamento di qigong e taijiquan.

Per una mia mostra nel 2012 decisi di presentare una serie di fotografie e un video realizzato appositamente.

Le fotografie erano state scattate in luoghi diversi e ritraevano la mia ombra.

Anche nel video, avevo ripreso il movimento della mia ombra in cammino.

La mia ombra che vedete in queste immagini è sempre un’ombra gettata dalla luce del sole, e quasi sempre in un ambiente naturale, un prato, una spiaggia, un terreno, rocce, scogli, acqua.

Non ci può essere ombra senza luce, e la nostra vera e vitale fonte di luce e vita su questo pianeta è il sole.

Ogni volta che la luce del sole colpisce qualunque cosa, una persona, un albero, una casa, un uccello che vola, ci sarà un’ombra.

Un’ombra immobile, nel caso di un albero o di una casa; un’ombra mobile, nel caso di una persona o di un uccello.

Ecco, questo che ho appena detto è sbagliato, perché parte dal fatto che considero le cose ferme o in movimento dal mio punto di vista, e quindi dico che è mobile l’ombra di una persona o di un uccello, e dico immobile l’ombra di un albero o di una casa.

Ma non è vero: un albero si muove, le foglie si muovono al vento; e anche l’ombra di una casa si muove.

Si muove perché la terra gira.

L’ombra come manifestazione dell’interazione tra un oggetto e la sua posizione sulla terra illuminata dal sole, non è altro che un indicatore di movimento, come le meridiane che indicano il tempo.

Avevo scritto poche righe per illustrare il punto di questo lavoro:

Il mio corpo vivo, e il sole dispensatore di luce e di vita, creano la mia ombra.

L’ombra ‘possibile’ è viva, si muove come me, è immateriale;

anima è la nostra parte immateriale, quella che non è corporea, ciò che chiamiamo cuore/mente.

Anima e corpo non esistono l’una senza l’altro.

Ombra e corpo non esistono l’una senza l’altro.

E aggiungo: ombra e luce non esistono l’una senza l’altra.

Yin e yang non esistono l’uno senza l’altro.

E come il lato in ombra e il lato illuminato di una collina, sono in continuo movimento.

Secondo il Tao questo mostra che al mondo tutto è in costante movimento e trasformazione, alternanza, interazione; gli opposti sono complementari, e si alternano in un dinamico equilibrio.

link al video

anima 2012, still da video
anima 2012, still da video
anima 2012, still da video
invito
invito
comunicato stampa

Antesi 2019

02-16

Silvia Stucky

Antesi 2019

china e inchiostri colorati su carta, 21 x 30 cm

il giardino fiorito  •  il giardino delle culture

Il giardino come luogo d’incontro tra la natura e le culture

Nella mostra Entasi  83 artisti valorizzano le colonne di Piazza Vittorio, mostra dei progetti dal 19 dicembre 2019 al 9 gennaio 2020, Acquario Romano.

Antesi 2019
Antesi 2019, particolare
Antesi 2019, particolare
Antesi 2019, particolare
Antesi 2019, particolare
Antesi 2019, particolare
Antesi 2019, particolare
invito

Le cose che non raggiungono il loro acme non si volgono in senso contrario 2019

02-16

Silvia Stucky

Le cose che non raggiungono il loro acme non si volgono in senso contrario 1997–2019

installazione: peperino e pietra bianca di Oratino, dimensioni ambiente, Complesso Monticelli, Roma. [esposta a Fuori luogo 2, Palazzo Ducale, Oratino, 1997]

RETE CONSAPEVOLE opera firmata 2019

penna e matita blu su carta, 145 x 150 cm, Officine Nove, Roma

#romeartweek 21 – 26 ottobre 2019

Dangerous Kindness – La gentilezza è pericolosa a cura di Roberta Melasecca

Complesso Monticelli e Officine Nove, Roma.

Care artiste, vi chiedo di riflettere. Insieme a me. Riflettiamo sui nostri gesti quotidiani, quelli più semplici. Riflettiamo sui nostri sistemi di relazioni. A volte ci relazioniamo agli altri come se tutto fosse a noi dovuto, cercando di realizzare un sistema di perfezione che mai potremmo raggiungere. E per farlo calpestiamo le sensibilità di chi ci sta di fronte. In quel momento i nostri rapporti perdono le qualità dell’autenticità, della parità e dell’inclusione. R. M.

Le cose che non raggiungono il loro acme non si volgono in senso contrario, 2019. Foto Graziella Cei
Le cose che non raggiungono il loro acme non si volgono in senso contrario, 2019. Foto Donatella Pinocci
Le cose che non raggiungono il loro acme non si volgono in senso contrario, 2019. Foto Roberta Melasecca
Le cose che non raggiungono il loro acme non si volgono in senso contrario, 2019. Allestimento. Foto Jacopo Benci
Complesso Monticelli, Roma, 2019. Foto Fabio Milani
RETE CONSAPEVOLE opera firmata, 2019. Foto Donatella Pinocci
RETE CONSAPEVOLE opera firmata, 2019. Officine Nove, Roma. Foto Donatella Pinocci

anima 2004 a DoppiaCoppia 2019

02-15

Silvia Stucky

anima  2004

6 stampe fotografiche, dittico, 36 x 80 cm ognuno

nella mostra DoppiaCoppia, a cura di Alberto D’Amico, Studio Campo Boario, Roma

Rome Art Week La settimana dell’arte contemporanea, 21–26 ottobre 2019

allestimento
anima, 2004
anima, 2004
anima, particolare
anima, particolare
anima, particolare
anima, particolare
anima, particolare
anima, particolare

Inermis

07-22

Inermis 2019
inchiostro cinese su carta xuan, trittico, ogni elemento 38 x 47 cm

Inermis, aggettivo latino, in italiano ‘inerme, indifeso, disarmato’. La Lawsonia Inermis è un arbusto originario dell’Africa del Nord, che non ha spine quando è giovane. Dalle sue foglie si ricava la polvere di cui è composto il mehndi, termine hindi per indicare la tintura, più conosciuta con il nome di henné, con cui si dipingono decorazioni sulle mani e sui piedi. Le decorazioni, diffuse fra Oriente, Iran, India, Nord Africa, hanno un’origine antichissima. Floreali e/o geometriche, a volte molto complesse, sono simboli di buon auspicio usate per i matrimoni e le feste, e in molte ricorrenze religiose e non.

Ho comprato in Marocco molti anni fa questi stencil che servono per applicare l’henné, e li avevo già utilizzati per un grande trittico dal titolo Getterò in mare il cuore che ha qualche desiderio, esposto in India nel 2009, dipinto a pennello con colore blu su carta bianca. Ora torno a usare lo stesso disegno utilizzando l’inchiostro nero su fogli di carta xuan (fatta con legno di sandalo blu e paglia di riso), stampata con una griglia rossa per lo studio degli ideogrammi cinesi.

fb-ss-P1280090

fb-ss-P1280097

fb-ss-P1280105

Questo slideshow richiede JavaScript.

Child Marriage
a cura di Antonio E.M. Giordano
Tomaso Binga  Lucilla Catania  Floriana Celani  Primarosa Cesarini Sforza  Lea Contestabile  Stefania Fabrizi  Giancarla Frare  Patrizia Molinari  Giulia Napoleone  Fiorella Rizzo  Virginia Ryan  Barbara Schaefer  Silvia Stucky  Patrizia Trevisi
17 ottobre – 6 novembre 2019

La mostra nasce dalla volontà del curatore e della Presidente dell’Associazione Ti Amo Da Morire Onlus avv. Serenella Séstito, in sintonia con la psicologa Antonella Serra, di dar voce a 14 artiste, note per pluriennali attività di esposizioni nazionali e internazionali, impegnate su problematiche anche femminili, sul drammatico fenomeno delle spose bambine. Ciascuna artista esprime nel proprio linguaggio espressivo una riflessione sul tema.
L’intento della mostra è contribuire a sensibilizzare l’opinione pubblica internazionale affinché siano promosse iniziative legislative volte a innalzare l’età minima consentita per il matrimonio e per incrementare l’obbligo scolastico anche con l’aiuto economico di istituzioni internazionali ai paesi nei quali questa tradizione è maggiormente diffusa.

Associazione Ti Amo Da Morire Onlus
patrocinio del Municipio Roma I Centro

 

Rete Consapevole. Opera firmata 8.3.2019

04-06

Durante la proiezione del video Gli occhi delle donne, 8 marzo 2019, Museo Macro

tutte le donne sono state invitate alla realizzazione di un’opera partecipata:
Rete Consapevole. Opera firmata

hanno firmato questo grande foglio bianco, sono state partecipi di una Rete che ci rende consapevoli.
Consapevoli dei nostri diritti e obiettivi da perseguire nei confronti della società e dei rapporti umani che ci legano le une con le altre e agli altri.
Tutte le firme sono state legate insieme da una fitta Rete di linee blu, tracciate a matita.
Presto vedrete questa opera in una mostra!

BLOG01 fb-ss-P1260319

Anna Maria diS.

BLOG02 fb-ss-P1260330

Anna Maria C.

BLOG03 fb-ss-P1260362

BLOG04 fb-ss-P1260372

BLOG05 fb-ss-P1260374

BLOG06 fb-ss-P1260384

BLOG07 fb-ss-P1260392

Rita R. e Ada deP.

BLOG08 fb-ss-P1260424

Vilma D.

BLOG09 fb-ss-P1260432

Isabelle D.

BLOG01 fb-ss-P1260462

Rete Consapevole. Opera firmata  –  work in progress

BLOG02 fb-ss-P1260460

Rete Consapevole. Opera firmata  –  work in progress

BLOG03 fb-ss-P1260468

Rete Consapevole. Opera firmata  –  work in progress

BLOG04 fb-ss-P1260469

Rete Consapevole. Opera firmata  –  work in progress

BLOG05 fb-ss-P1280295

Rete Consapevole. Opera firmata  –  work in progress

BLOG06 fb-ss-P1280296

Rete Consapevole. Opera firmata  –  work in progress

BLOG07 fb-ss-P1280300

Rete Consapevole. Opera firmata  –  work in progress

BLOG08 raw-silvia-rete

Rete Consapevole. Opera firmata  –  work in progress

#2 Gli occhi delle donne | 8.3.2019

04-03

Silvia Stucky
Gli occhi delle donne
video HD 19’12”
Il video si compone degli sguardi di più di 230 donne che l’artista ha fotografato nell’ultimo anno, e in particolare al MACRO Asilo a novembre 2018. Gli sguardi di donne giovani e meno giovani, di tutte le provenienze, diversissimi fra loro, pongono questione muta ma intelligibile.
Gli sguardi sono accompagnati dai canti senza parole del CoroInCanto. VociFemminiliSenzaConfini, coro di sole donne diretto da Paula Gallardo, che hanno registrato i canti appositamente per il video.
MACRO Asilo
MAXISCHERMO #VIDEOdelGIORNO
venerdì 8 marzo 2019 tutto il giorno

Inoltre tutte le donne sono invitate alla realizzazione di un’opera partecipata.
Rete Consapevole. Opera firmata 
dalle 10.30 alle 20.00 sotto il MAXISCHERMO

SALONE DEI FORUM #CONCERTO
venerdì 8 marzo 2019 ore 17
Coroincanto. VociFemminiliSenzaConfini
Canti da tutto il mondo per condividere la ricchezza culturale e popolare
coro diretto da Paula Gallardo

altre foto sulla pagina FB Gli occhi delle donne

Project1:Layout 1

locandina occhi macro 8MARZO:Layout 1

BLOG02 fbss-20190308_125530

gli occhi di Laura

BLOG03 fbss-20190308_143422

BLOG04 fbss-20190308_165420

BLOG05 fb-ss-P1260329

BLOG06 fb-ss-P1260379

BLOG07 fb-ss-210francescagallo-P1260334

gli occhi di Francesca

BLOG08 fb-ss-186megan-P1260338

gli occhi di Megan

BLOG09 fb-ss-28antonella-P1260326

gli occhi di Antonella

BLOG10 fb-ss-13marika-P1260343

gli occhi di Marika

BLOG11 fb-ss-04mathilde P1260426

gli occhi di Mathilde

BLOG12 fb-ss-0rosa-P1260316

gli occhi di Rosa

BLOG13 fb-ss-157ariannadenicola-P1260332

gli occhi di Arianna

BLOG14 fb-ss-44hiroko P1260378

gli occhi di Hiroko e le donne di CoroInCanto

BLOG15 fb-ss-P1260452

BLOG16 fbss-20190308_193015

BLOG17 coroincanto macro 8marzo

BLOG18 fb-ss-P1260405

BLOG19 fb-ss-P1260411

BLOG20 coro 02

BLOG21 coro01

Grazie a Paula Gallardo e a CoroInCanto

#1 Gli occhi delle donne | 15.11.2018

03-27

Silvia Stucky

Gli occhi delle donne

Mi guardi. Fotografo i tuoi occhi per guardarci dentro.
C’è gioia e tristezza, la vita intera, e in fondo si specchia la tua anima.
TUTTE LE DONNE sono invitate a partecipare.
Nei vostri occhi la bellezza e la consapevolezza di essere donne!
Un progetto/opera interattivo.
Un invito a riflettere…
Vi aspetto al #MACROasilo dal 15 al 18 novembre 2018 nella Black Room, per tutto il giorno, tutti i giorni.

Project1:Layout 1

BLOG02 silvia-locandinaINVITO-occhi-macro

BLOG03 fb-ss-P1250391

BLOG04 fb-ss-P1250446

BLOG05 fb-ss-P1250436

occhi stampaA4 ios:Layout 1

occhi stampaA4 ios:Layout 1

occhi stampaA4 ios:Layout 1

BLOG09 fb-ss-P1250408

BLOG10 fb paololandriscina

Beatrice   foto Paolo Landriscina

BLOG11 fb paololandriscina

foto Paolo Landriscina

BLOG12 fb paololandriscina

Beatrice   foto Paolo Landriscina

BLOG13 fb paololandriscina

Beatrice   foto Paolo Landriscina

BLOG14 fbss carola_gatta_16_novembre_16

Sara   foto Carola Gatta

BLOG15 fbss carola_gatta_16_novembre_17 fb

Sara   foto Carola Gatta

BLOG15 fbss carola_gatta_16_novembre_15

Sara   foto Carola Gatta

BLOG16 fb-marcogiacobbe ss-IMG_3338

Lorella   foto Marco Giacobbe

BLOG17 fb-marcogiacobbe ss-IMG_3327

Lorella   foto Marco Giacobbe

BLOG18 fb-marcogiacobbe ss-IMG_3329

Lorella   foto Marco Giacobbe

BLOG19 fb-foto-carlomcausati-ss-IMG_5055

Barbara   foto Carlo Maria Causati

da MACRO silviastucky

grazie a Macro Asilo e a Giorgio de Finis

#4 una via di equiLibri 9.10.2019

03-25

Silvia Stucky
Una via di equiLibri
performance con la partecipazione attiva del pubblico (*)
mercoledì 9 ottobre 2019 ore 15
Asiatica Film Festival
WEGIL  Largo Ascianghi 5  Roma
“Il vedere profondo, non superficiale, è un vedere che diventa anche un ascoltare, un contemplare, un entrare in risonanza con il suo oggetto”.
“È la debolezza a sopraffare la forza, nessuno l’ignora. Eppure, nessuno riesce a metterlo in pratica”.
La conoscenza ci rende liberi. La lettura si fonde con l’esercizio fisico.
Insieme, fisico e mentale — corpo e spirito in equilibrio nella via del Tao.
Per condividere insieme pensieri e racconti.

(*) siete invitati a portare un libro in tema con il festival Asiatica – uno dei vostri libri più amati – per condividerne, leggendola, una frase essenziale e significativa.

video

via equiLibri 9ott2019:Layout 1

ss Schermata 2020-03-25 alle 21.46.39

frame dal video di Dorina Alimonti

ss Schermata 2020-03-25 alle 21.47.28

frame dal video di Dorina Alimonti

ss Schermata 2020-03-25 alle 21.47.37

frame dal video di Dorina Alimonti

ss Schermata 2020-03-25 alle 21.47.39

frame dal video di Dorina Alimonti

ss Schermata 2020-03-25 alle 21.47.41

frame dal video di Dorina Alimonti

ss Schermata 2020-03-25 alle 21.50.33

frame dal video di Dorina Alimonti

ss Schermata 2020-03-25 alle 21.51.38

frame dal video di Dorina Alimonti

ss Schermata 2020-03-25 alle 21.52.11

frame dal video di Dorina Alimonti

ss Schermata 2020-03-25 alle 21.54.23

frame dal video di Dorina Alimonti

silvana calo fotodorina

legge Silvana Calò   foto Dorina Alimonti

donatella mazzeo fotodorina

legge Donatella Mazzeo   foto Dorina Alimonti

vittoriabiasi fotodorina

legge Vittoria Biasi   foto Dorina Alimonti

71727296_550606889024759_1144646700355289088_n